News

Gli smartwatch dichiarano indipendenza: TicMotion è una feature “unica”

Continuiamo la serie “Gli smartwatch dichiarano indipendenza” che abbiamo cominciato spiegando l’importanza di un app store dedicato, concentrandoci questa volta sul lato “fitness” di questi dispositivi wearable.

Andiamo quindi a vedere cosa rende indipendenti gli smartwatch TicWatch durante le nostre attività sportive preferite.

TicWatch TicMotion

Cominciamo con i tre fattori principali da tenere in conto quando si parla di uno smartwatch da sport:

  • Deve eliminare la necessità dello smartphone. Nessuno ha voglia di correre con il peso aggiuntivo o la distrazione che il dispositivo porta con sé.
  • Deve essere semplice visualizzare le varie info come battito cardiaco, calorie bruciate etc..
  • Deve capire automaticamente quando si inizia una sessione di allenamento e riportare subito dopo i vari dati raccolti.
TicWatch TicMotion

Non portare lo smartphone con sé – 01

Probabilmente molti di voi si saranno allenati in passato portando con sé uno smartphone. Anche sui primi dispositivi Android era infatti possibile installare un applicazione per contare i passi o altre app di fitness. Queste però non erano molto precise e nella maggior parte dei casi non riconoscevano nessun sport.

Le applicazioni di fitness venivano quindi utilizzate più per condividere online i proprio progressi, che per un uso reale dei dati per arrivare ad un miglioramento.

Inoltre, andare in giro con uno smartphone non è mai stato comodo e con l’andare del tempo, l’aumento delle dimensioni e del peso, questi dispositivi sono sempre più diventati una cattiva opzione.

Quindi lo smartwatch è adesso l’unica reale alternativa per riuscire a tenere traccia dei propri progressi raggiunti durante le nostre sessioni di allenamento.

Uno strumento di allenamento indipendente – 02

Se gli smartphone perdono gli attributi che lo rendono un compagno per lo sport, questo significa che lo smartwatch diventa più indipendente.

Dato che le app di fitness non fanno proprio parte del mondo social, motivo principale per il quale molti di noi utilizziamo uno smartphone e non c’è inoltre il bisogno di leggere i messaggi ricevuti mentre ci alleniamo, gli smartwatch sono ormai l’unica scelta sensata come compagno di allenamento.

Come se non bastasse, gli smartwatch di oggi equipaggiano dell’hardware che persino alcuni smartphone non hanno, come ad esempio il giroscopio, vari accelerometri, GPS e molto altro.

Tutti questi sensori aumentano notevolmente la precisione dei dati raccolti. A questi si aggiunge il fatto che avendo il wearable al polso, possiamo anche controllare il battito cardiaco e calcolare il numero di passi molto più accuratamente.

Il GPS (disponibile su molti TicWatch) è probabilmente uno dei moduli più importanti da avere su uno smartwatch. Grazie ad esso possiamo infatti andare a vedere il tragitto appena percorso con un altissima precisione.

Questo perché i wearable TicWatch sono compatibili sia con GPS che GLONASS e Baidu per un sistema di navigazione a tre satelliti. Quindi, anche in città con edifici di grandi dimensioni sarà possibile visualizzare il proprio percorso. Il tutto senza avere bisogno dello smartphone.

Oltre ad essere indipendente è anche “unico” – 03

Essere autonomo e non aver bisogno di essere collegato ad uno smartphone non è la sola funzionalità che rende un TicWatch interessante o unico.

TicWatch ha infatti lavorato duramente sullo sviluppo di “TicMotion”, ovvero una funzionalità che raggruppa diversi algoritmi molto complessi per facilitarne l’utilizzo sportivo.

Il sistema TicMotion è integrato su ogni TicWatch nella nuova versione dell’app fitness. Il funzionamento è abbastanza semplice, ad esempio se siamo in giro, prendiamo un bus e dopo saliamo su una bici, lo smartwatch comincerà a chiedersi cosa stiamo facendo.

Dopo un breve periodo riuscirà a capire che stiamo pedalando e attiverà automaticamente la modalità sport “ciclismo”. Avremo quindi un rendiconto del tempo, distanza percorsa, calorie bruciate e del battito cardiaco durante il tragitto.

Da notare che per far funzionare l’algoritmo correttamente non bisogna togliere la mani dal manubrio e ovviamente non bisogna far partire la modalità sport manualmente. Viene infatti utilizzata la modalità “Auto Sport Mode”.

Questa feature funziona anche con altri sport come running, nuoto e molto altro. Basta cominciare ad effettuare l’attività e TicMotion la riconoscerà subito dopo.

Un’altra nota positiva di TicMotion e degli smartwatch TicWatch in generale è che in nessun momento vengono inviate delle notifiche che potrebbero distrarvi. Lo smartwatch registrerà i vari dati che poi potrete andare a visualizzare sull’app.

Adesso diteci la vostra. Avete avuto modo di utilizzare TicMotion? Se si, cosa ne pensate? Fatecelo sapere nella sezione commenti sottostante!

RIMANI INFORMATO SU TUTTO IL MONDO MOBVOI

Non preoccuparti, non SPAMMIAMO! :-)

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami
Login/Register access is temporary disabled